Questo Memorial nasce prima di tutto dal profondo affetto verso Aldo, provato da tutte le persone che ne concorrono all’organizzazione.

Pensando semplicemente a lui e alla sua quotidianità, non si poteva che organizzare una corsa per commemorarlo; ma non ci bastava, noi volevamo una corsa in montagna e così è stato; ma non su una montagna qualsiasi, bensì fra le montagne di casa sua, sopra casa sua e fra i sentieri che proprio lui calcava correndo in solitudine, con se stesso ma profondamente legato a tutti i luoghi che quotidianamente attraversare e nei quali indubbiamente ha lasciato indelebili segni del suo passaggio.

Ecco che è nato questo trail running con l’obiettivo di correre con lui, respirando l’aria che respirava, calpestando le foglie che lui calpestava, riempiendo lo sguardo dei paesaggi che i suoi occhi vedevano e inebriandosi dei profumi che anche lui percepiva; correre fra i luoghi della sua vita, quasi ripercorrendo la sua esistenza è stato il nostro obiettivo primario.

Abbiamo però voluto anche ricordarlo non solo per le sue doti atletiche, ma anche per il suo naturale essere fra la gente, disponibile sempre e ovunque verso il prossimo: per questo motivo il nostro desiderio è quello di poter fare del bene ad altri attraverso questo evento, costruendo momenti di prevenzione e di convivialità.

Speriamo noi tutti che questo evento possa diventare un appuntamento fisso per tutti coloro che hanno conosciuto Aldo e per tanti nuovi suoi amici che correndo per lui lo avranno incontrato lungo il percorso.


Un ringraziamento speciale va a Fabrizio Mainetti, la mente di questo evento ed amico di vita di Aldo.

A lui è venuta prima di tutti l’idea di creare questo progetto, per cui è sua una significativa quota di merito.

Non ha fatto in tempo però a parlare della sua idea che già tutti gli altri amici erano attivi nell’organizzazione e nella costituzione del comitato organizzatore, attraverso una profonda riorganizzazione e ridefinizione dell’associazione viviamolaprevenzione, di cui è fondatore Andrea, il fidanzato della figlia di Aldo.